Escursioni

Livadia

È il cuore dell’isola e il porto di arrivo dei traghetti e degli aliscafi. Insieme alla costa di ciottoli bianchi e levigati e al mare cristallino, qui sono dislocate taverne, bar, mini market, negozi di souvenir, noleggio auto, motorini, la banca e l’ufficio postale.

Megalo Chorio

Capoluogo dell’isola è Megalo Chorio (grande Villaggio) situato a nord dell’entroterra, costruito ad anfiteatro sulla pendice di una collina, alla sommità della quale si trova il Castello dei Cavalieri di St.John. Al suo interno sono ancora visibili alcuni affreschi che risalgono al XVI sec. Dal Castello si possono visitare le grotte di Halkadio, dove sono stati scoperti nel 1971 i resti degli elefanti nani, gli ultimi vissuti in Europa, alti circa 120-150 centimetri, estinti 3700 anni fa, conservati nel piccolo Museo vicino al Comune. Da non tralasciare la Chiesa Ortodossa di Megalo e le sue notevoli icone.

Monastero di Aghios Pantaleimon

A nord-est di Megalo Chorio, a 800 metri di altezza, sorge il Monastero di Aghios Pantaleimon, Santo patrono dell’isola. Il Monastero è situato in una zona naturalistica di particolare bellezza ed è circondato dal tipico pavimento composto di sassolini. Fu costruito nel 1470-80 forse sopra le rovine di un antico tempio dedicato a Nettuno. La sua forma attuale è dovuta a due ristrutturazioni avvenute nel 1703 e neln 1824, mentre, la bellissima icona all’interno della Chiesa fu creata nel XVII secolo.

Micro Chorio

Un insediamento medievale, ora deserto, che è stato definitivamente abbandonato nel 1940 dagli abitanti poi insediatisi a Livadia. Testimoni del suo periodo di sviluppo sono le chiese. Sono ancora visibili i resti di un piccolo castello medievale, punto di avvistamento e struttura abitativa in pietra in perfetta armonia con la natura circostante. Ma Micro Chorio è anche “Città Fantasma” che vive di notte! Qui infatti è stata ristrutturata una delle vecchie case ed illuminate le altre per trascorrere le sere d’estate, ballare la musica più attuale alternata ad un po’ di musica greca. Chi vuole può fare un giro tra i resti delle abitazioni giungendo fino alla Chiesa.

Yera

Lungo la spiaggia di Livadia, nel suo estremo est, vi è un vecchio sentiero in pietra. Questo sentiero a zig-zag attraversa il pendio a sud, si dirama, continua fino a nord e passa poi per il pendio della collina Kastelos, sulla cima della quale ci sono i resti di antiche fortezze medievali. Il sentiero continua poi fino al Villaggio abbandonato di Yera dove sono ancora visibili i resti delle vecchie case disabitate.